26 Ottobre 2019

Aggredito da due cani da difesa, muore 74enne

è successo a brugnera, in provincia di pordenone. e il codacons chiede un patentino obbligatorio per chi possiede cani particolarmente potenti e potenzialmente pericolosi
– Era andato nel recinto per dar loro da mangiare ed è stato aggredito e ucciso da due cani di proprietà della cognata un uomo di 74 anni a Brugnera, in provincia di Pordenone. La tragedia si è consumata in pochi secondi. Ferita anche la moglie della vittima che ha cercato di strapparlo ai cani, ma non è in pericolo di vita. Poco prima delle 14 l’ uomo è entrato nella proprietà della parente, che abita accanto alla propria abitazione, per dare da mangiare agli animali. Apparentemente inspiegabile la reazione dei cani – due animali di razza Hamstaff in quanto la vittima frequentava abitualmente la casa ed era riconosciuto. Richiamata dalle grida di aiuto dell’ uomo, la moglie di quest’ ultimo è accorsa per prestare aiuto, ma è stata a sua volta attaccata e ferita dagli animali. A questo punto in soccorso dei genitori si è precipitato anche il figlio della vittima che, sia pur a sua volta aggredito, è riuscito a colpire mortalmente con un fucile calibro 12 uno dei due cani.Sul posto sono intervenuti 118 e i Vigili del Fuoco ma al loro arrivo per l’ uomo non c’ era più nulla da fare, le gravi ferite provocate dai due cani non gli hanno dato scampo. La moglie è stata trasportata d’ urgenza in ospedale a Pordenone, ma non risulta in pericolo di vita. Indagini sulla dinamica della tragedia sono in corso da parte dei Carabinieri della Compagnia di Sacile e l’ area è stata delimitata per permettere al personale del reparto scientifico dell’ Arma di effettuare i rilievi del caso.”Li conosceva da anni e non era mai successo niente: non possiamo darci una spiegazione per quanto accaduto”, ha spiegato un parente della vittima. “Nessuno potrà mai sapere cosa sia realmente accaduto in quei frangenti – ha aggiunto l’ uomo – non credo si tratti di una leggerezza o che gli animali si siano sentiti minacciati: lo vedevano sempre e non avevano mai dato alcun segnale di insofferenza. La verità sarà impossibile da accertare: quando i cani lo hanno aggredito c’ era solo lui. Solo dopo è arrivata la moglie che ha provato a sottrarlo alla morsa dei due animali. Secondo quanto ci hanno riferito – ha concluso -, decisivo è stato l’ intervento del figlio della coppia, che è corso a prendere un’ arma ed è riuscito a uccidere il cane che sembrava inarrestabile. Solo in quel momento è stato possibile portare soccorso alle vittime dell’ aggressione”.”La questione dei cani aggressivi e potenzialmente pericolosi per la salute dell’ uomo deve essere affrontata una volta per tutte”, fa sapere il Codacons che rinnova la sua richiesta di istituire un “patentino obbligatorio per chi possiede cani particolarmente potenti e potenzialmente pericolosi”. “Al di là del caso specifico e delle dinamiche che hanno causato l’ aggressione, è indubbio che esistano razze di cani potenzialmente pericolose per l’ uomo”, afferma il Codacons, aggiungendo che “indipendentemente dall’ educazione che si dà al proprio animale, è universalmente riconosciuto che esistono razze, come i pitbull o i rottweiler, che per le loro caratteristiche (potenza, robustezza, dentatura) possono provocare ferite letali in caso di morsicatura”. Per questo motivo, prosegue l’ associazione, “chiediamo da tempo un patentino obbligatorio per chi possiede cani particolarmente potenti e potenzialmente pericolosi. Il morso di un volpino, infatti, non causa certo le stesse ferite del morso di un rottweiler o di un pitbull”. Secondo il Codacons, “l’ aver eliminato la lista delle 17 razze di cani a rischio introdotte dall’ ex Ministro Sirchia ha di fatto cancellato qualsiasi obbligo per i loro proprietari, con conseguenze negative sul fronte della sicurezza, e ha portato ad un aumento di morsicature e attacchi, al punto che in Italia si registrano ogni anno 70 mila casi di aggressioni all’ uomo da parte di cani”.
repubblica.it

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox