16 Dicembre 2006

`Affari tuoi`, trucco probabile

L`esperimento matematico ieri alla presenza di un notaio
`Affari tuoi`, trucco probabile
La perizia darebbe ragione ai dubbi di Codacons e Adusbef

ROMA “L`esperimento non è contro qualcuno ma a tutela di tutti, consumatori, spettatori e della stessa Rai“ ha esordito questa mattina l`avvocato Carlo Rienzi del Codacons dando il via con Elio Lannutti dell`Adusbef alla perizia su Affari tuoi, il gioco dei pacchi di Raiuno su cui da settimane si è concentrata l`attenzione delle due associazioni di consumatori (e di Striscia la notizia). La perizia probabilistica è su una serie di 30 estrazioni successive dei 20 pacchi abbinati alle regioni sulla falsariga di quello che accade nel programma. “Sappiamo – ha detto Rienzi – che l`esperimento è indicativo e che la legge delle probabilità è una cosa seria, ma intanto vogliamo vedere come viene qui“. E alla fine avviene che su 30 estrazioni consecutive i premi più alti, con 250 mila o 500 mila euro, sono rimasti fino alla fine 9 volte rispettando in pieno la legge delle probabilità che assegnava tra 6 e 9 volte questo risultato. Ad Affari tuoi su 48 puntate consecutive, 18 volte si è arrivati con i premi più alti in finale, con un`incidenza doppia e più rispetto alle matematica probabilistica. Rienzi e Lannutti sono seduti dietro una scrivania nella sede romana del Codacons, c`è il notaio Massimo Mascolo, un lungo tavolone con scatole verdi con i nomi delle regioni, due ragazze `Nataline` aprono i pacchi `chiamati` da giornalisti e spettatori dell`esperimento, tra cui siede anche una rappresentante dell`Unione Consumatori, l`associazione che è presente da lunedì ad Affari tuoi e che Codacons e Adusbef definiscono `di comodo`. Il notaio è chiuso in una stanza a verificare che nessuno interferisca quando vengono abbinati premi e pacchi. Alla fine, per completare il quadretto alla Striscia la notizia, entra anche il cucciolo di cane Gamon. “L`Italia è un paese di matematici e di giocatori del lotto. In centinaia e centinaia si sono rivolti alle nostre associazione per segnalare come anomala la situazione di Affari tuoi e noi per legge e per statuto ce ne stiamo occupando“, ha detto Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox