fbpx
26 Maggio 2019

Aeroporto, bufera sulle nomine

Alessandro RicuperoSIRACUSA «Ci sono una serie di incongruenze e di reiterate irregolarità ravvisate dal Codacons che è necessario e urgente chiarire. È indispensabile garantire trasparenza e linearità in questa delicata fase che accompagnerà la più grande privatizzazione mai fatta dalla Regione Sicilia». La parlamentare nazionale di Forza Italia, Stefania Prestigiacomo, ha presentato un’ interpellanza sulle procedure di nomina da parte della Camera di Commercio del Sud est Sicilia dei membri del consiglio di amministrazione della Sac, la società partecipata che gestisce l’ aeroporto di Catania. Solo dieci giorni fa il Codacons aveva presentato un’ istanza all’ Autorità Anticorruzione, all’ Enac, all’ Enav, a diversi ministeri e alla Regione nella quale si chiedeva di verificare la legittimità delle delibere adottate dalla Camera di Commercio del Sud Est, rilevando la «possibile violazione di alcune norme dello Statuto». La deputata azzurra ricorda che la privatizzazione della Sac «è da anni al centro di polemiche che, tra l’ altro, hanno visto un accorpamento mai voluto, nei termini in cui è avvenuto, delle Camere di Commercio di Siracusa, Ragusa e Catania. Le quote dell’ aeroporto detenute prima dalle tre Camere di Commercio Siracusa Ragusa e Catania sono oggi maggioranza e sotto l’ unico controllo della Camera di Commercio del Sud Es». Per questo motivo secondo l’ ex ministro occorre «risulta grave, ad esempio, che l’ accesso agli atti, ottenuto dal Codacons, abbia riguardato soltanto le delibere in oggetto e non i curricula dei candidati». La deputata di FI rilanciai sospetti del Codaconssui curricula dei candidati.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox