fbpx
11 Febbraio 2013

Aeroporti italiani nel caos Disagi a Roma e Venezia

Aeroporti italiani nel caos Disagi a Roma e Venezia

 

 

ROMA Giornata nera ieri per gli aeroporti italiani. Lo scoppio di una delle gomme del carrello durante il decollo di un jet privato ha bloccato per ore lo scalo di Venezia, mentre caos e disagi si sono registrati ieri mattina per i passeggeri all’ aeroporto di Fiumicino, quando per due ore, dalle 7 alle 9, è andato in tilt per un guasto il sistema informatico denominato «Arco», utilizzato per tutte le operazioni di check-in e di carico dei bagagli dall’ Alitalia e dalle compagnie aeree Jat, Tunis Air e Royal Air Maroc. A Venezia un aereo ha interrotto bruscamente la manovra di decollo all’ aeroporto Marco Polo di Venezia per lo scoppio di uno pneumatico del carrello anteriore. L’ aereo, un Gulfstream IV, era diretto a Mosca. Si trattava di un volo privato e a bordo vi erano una passeggera e alcuni componenti di equipaggio. A causa dell’ incidente, decolli e atterraggi sono stati sospesi e la pista è rimasta chiusa per varie ore. A Fiumicino il collasso di “Arco” ha comportato ripercussioni per tutte le operazioni di accettazione dei passeggeri e dei bagagli, con conseguenti ritardi (anche superiori ai 70 minuti) nella partenza di alcuni voli nazionali e internazionali. Così nello scalo romano ieri è stata una mattinata campale per centinaia di passeggeri che, per tutta la durata del black-out, hanno formato lunghe file soprattutto in corrispondenza dei voli Alitalia al Terminal 3. Solo dopo le 9 il sistema informatico è stato ripristinato e la situazione progressivamente è tornata alla normalità. Tanti i passeggeri esasperati. «Siamo arrivati a Fiumicino intorno alle 7 per imbarcarci sul volo Alitalia per Miami che doveva decollare alle 9.15 – ha raccontato Ester, una turista romana in procinto di partire per il viaggio di nozze – ma una volta giunti qui ci hanno riferito che l’ aereo non sarebbe partito prima delle 11». Nello scalo romano solo poco dopo le 11 tutte le operazioni di check-in dei voli Alitalia sono tornati a svolgersi normalmente. Mentre le polemiche sono decollate. Il Codacons ha preannunciato azioni a tutela degli utenti. «Ci chiediamo se anche il sistema informatico Arco sia stato appaltato da Alitalia ai romeni di Carpatair – ha detto il presidente del Codacons Carlo Rienzi -. Ciò che è accaduto all’ aeroporto di Fiumicino è assurdo e intollerabile». E ieri mattina qualche disagio si è registrato per altri motivi nello scalo romano di Ciampino: dalle 10 alle 12 ci sono state restrizioni del traffico aereo a causa delle operazioni di disinnesco e rimozione di una bomba d’ aereo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox