29 Dicembre 2020

Aereo Carpatair fuori pista, Tar: inammissibile ricorso Codacons

 

Sulla controversia in merito alla quale il Codacons chiedeva l’annullamento degli atti con cui l’Enac ha concesso l’autorizzazione all’appalto Alitalia-Carpatair per l’Aeroporto di Fiumicino, il Tar del Lazio si è dichiarato ‘incompetente’, e ha assegnato il termine perentorio di tre mesi di tempo per la riproposizione del processo dinnanzi al Giudice ordinario. E’ il contenuto di una sentenza con la quale i giudici amministrativi hanno dichiarato ‘inammissibili’ il ricorso e i motivi aggiunti allo stesso proposti dall’associazione di consumatori.

I fatti risalgono al grave incidente aereo del 2 febbraio 2013 a Fiumicino, quando un velivolo Carpatair proveniente da Pisa, operante all’epoca con i colori Alitalia, uscì fuori pista nella fase di atterraggio, provocando il ferimento di sedici persone.

Il Codacons chiedeva al Tar di dichiarare illegittimi tutti i provvedimenti con cui l’Enac “ogni volta che era chiamata a valutare l’affidabilità della compagnia Carpatair ovvero ad esprimere pareri – si leggeva nel ricorso – ha omesso di imporre limiti e vincoli, nonché atti di inibizione dai voli, in considerazione che sin da maggio 2012 era a conoscenza dei gravissimi incidenti che hanno più volte messo a rischio la sicurezza dei passeggeri dei voli della compagnia Carpatair-Alitalia”.

La conclusione è stata che “il ricorso deve essere dichiarato inammissibile per difetto di giurisdizione del Giudice amministrativo, rientrando la controversia nella giurisdizione del Giudice ordinario”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox