6 Giugno 2020

Aerei, ora le low cost scaldano i motori: primi voli il 16 giugno

ryanair conferma quasi 40 rotte |br|«programmazione completa da luglio»
Il ministero ha anticipato la riapertura di tutte le rotte nazionali – dovevano essere attivate il 13 giugno, ma l’ ultimo decreto le autorizza già da ieri – rivedere la programmazione però non è semplice, almeno da un giorno all’ altro. Dunque per vedere il ritorno delle low cost in Sardegna servirà ancora qualche giorno. EasyJet prevede di ripartire con il Cagliari-Malpensa il 16 giugno, due giorni dopo toccherà a Volotea, con il volo per Torino. Ryanair invece ha annunciato che riprenderà i collegamenti con l’ aeroporto di Elmas a partire dal 21 giugno. Ma il piano estivo, con l’ incremento di tratte e frequenze, partirà completamente dal primo luglio in poi. I collegamenti La compagnia irlandese ha confermato quasi tutta la programmazione: 27 voli tra destinazioni nazionali e internazionali, più altri 11 che dovrebbero aggiungersi ad Alghero. «Ryanair è lieta di annunciare che verranno ripristinate le rotte da e per l’ aeroporto di Cagliari a partire dall’ 1 luglio, come parte integrante dell’ operativo per l’ estate 2020», ha detto Chiara Ravara, capo delle comunicazioni internazionali della low costo, «e alcune destinazioni saranno già disponibili dal 21 giugno». Tra queste, ad esempio, ci sarà il volo verso Ciampino. «Siamo fieri di poter riprendere i collegamenti», prosegue Ravara, «e di contribuire alla ripresa dell’ economia e del turismo regionale, permettendo a parenti ed amici di ricongiungersi e a milioni di turisti, nazionali ed internazionali, di scoprire il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico del nostro Paese e dell’ Europa». Nello scalo Soddisfatto anche l’ amministratore delegato della Sogaer, Renato Branca. «Il riavvio dei voli di un partner storico come Ryanair è per noi di grande soddisfazione. Abbiamo lavorato a lungo per poter arrivare a questo risultato. La ripartenza della base di Ryanair ci consente di guardare con ottimismo ai prossimi mesi e dà a tutto il tessuto socio economico locale l’ opportunità di ripartire con fiducia e rilanciare l’ offerta turistica per l’ estate. Ora che è possibile viaggiare in totale sicurezza ci aspettiamo una riposta positiva del mercato». In tutto il territorio nazionale Ryanair ha annunciato di voler «continuare a servire 29 aeroporti con collegamenti diretti alle regioni tutto l’ anno, a sostegno dell’ economia e del turismo regionale da cui dipendono migliaia di posti di lavoro». I biglietti Ma l’ emergenza coronavirus si farà sentire anche sui mezzi di trasporto. Il Codacons prevede infatti un aumento del 15 per cento sui biglietti aerei e del 12 per cento su quelli delle navi. Secondo l’ associazione dei consumatori solo un italiano su due andrà questa estate in vacanza. Le misure contro la pandemia impatteranno su prezzi e tariffe di tutto il comparto turistico perché il distanziamento sociale in spiagge, strutture ricettive e locali pubblici comporterà una forte riduzione del numero di clienti, mentre l’ obbligo di sanificazione e le altre misure di sicurezza su mezzi di trasporto come aerei e traghetti e negli esercizi aperti al pubblico ridurrà i guadagni per società e aziende, e imporrà nuovi costi a loro carico.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox