29 Agosto 2007

Addìo alle griffe, unico rimedio al caro-scuola

LA RIPRESA. Nuovo anno scolastico alle porte e sembra sempre più difficile orientarsi nella selva dei prezzi proposti da magazzini e cartolerie per borse e cancelleria
Addìo alle griffe, unico rimedio al caro-scuola

L`anno scolastico 2007-2008 è ai blocchi di partenza. E puntuale come un orologio, a due settimane dall`inizio – in Lombardia il 10 settembre – scatta il countdown. DIFFICILE ORIENTARSI, ne gli acquisti, tra promozioni e offerte speciali, nuovo ed usato, grande e piccola distribuzione. Ma ancor più difficile appare per le famiglie bresciane far quadrare i conti e contemporaneamente riempire le cartelle dei ragazzi con tutto il necessario, o meglio, con tutto il desiderato. Il caro prezzi come sempre non perdona e il Codacons ha calcolato che, in media, la spesa totale per libri e accessori supererà di 50 euro quella dello scorso anno. NONOSTANTE l`Associazione dei consumatori abbia invitato i genitori allo sciopero degli acquisti, una rapida incursione nel reparto scuola di un qualsiasi centro commerciale rivela che la corsa è invece già cominciata. Anche perché la scuola è ormai considerata un “costo fisso“, al quale le famiglie si sono abituate. O rassegnate. I rincari, del resto, sono evidenti anche se non sempre motivati. Soprattutto per zaini e diari i prezzi sono imposti dalle case produttrici e non tengono conto del margine di guadagno poi applicato dalla vendita al dettaglio. Nemmeno i supermercati, a volte, riescono a proporre prezzi stracciati per i prodotti “di marca“, spesso gli unici ad essere tenuti in considerazione da ragazzi con le idee chiare. UNO ZAINO Eastpak, che si conferma ancora tra i più richiesti, va dai 38 euro della grande distribuzione ai 45 della cartoleria. Per i prodotti Seven e Invicta il costo varia molto, invece, a seconda del modello: dai 40 euro per il modello “base“ ai 100 per il super-tecnologico dotato di lettore Mp3. Per i più piccoli le cose non cambiano molto: Winx, Barbie e Gormiti si aggirano intorno ai 50 euro e, per spendere meno, è necessario contare sull`aiuto di qualche super – eroe ormai non più in auge. Superman e Spiderman non salveranno certo il mondo, ma forse i risparmi di qualche genitore sì: i loro zaini sono tra le offerte più convenienti dell`Esselunga di via Milano, con i loro 19,90 euro. PIÙ CONVENIENTI solo le Bratz, a 9,90 euro. A meno, certo, di non rinunciare del tutto alla griffe e optare per la super-offerta del Continente: uno zaino forse un po` demodè, dai colori anni `80, ma dal prezzo impareggiabile: 3,90 euro. Qualche sconto in più si incontra invece nel reparto trolley, per il sollievo di schiene e portafogli. Neanche i baby-studenti delle scuole materne sfuggono al “must“ dei kit-scuola: gli zainetti dell`asilo spesso costano solo qualche euro in meno rispetto ai loro “fratelli maggiori“, ma qualche pennarello colorato in più rischia di far lievitare la spesa. Se gli astucci, soprattutto se già accessoriati, toccano i 20 euro. Il costo si dimezza solo se si riduce il volume e ci si accontenta della semplice “busta“ comunque da riempire. La cancelleria varia molto, ma gli innumerevoli “pacchi offerta“ consentono di ammortizzare i costi. Sicuramente più indolore dello scegliere un diario fuori moda. Comix e Smemoranda sono ormai un`istituzione e il loro costo si aggira intorno ai 12-13 euro. Stesso prezzo del trendy Sweet Years, con custodia in tessuto dotata di porta-cellulare. Le cifre oscillano invece dai 5 ai 10 euro per i personaggi più popolari di film e cartoon come Simpson o Disney.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox