15 Novembre 2007

Acqua, sparizioni misteriose Dal dissalatore di Gela

Acqua, sparizioni misteriose Dal dissalatore di Gela partono 90 litri al secondo ma in città ne arrivano 54

Mercoledì prossimo il Consiglio comunale si occuperà della situazione relativa alla categoria dei panificatori e all`ultimo aumento che questi hanno deliberato nel costo del pane al chilogrammo. Non è la prima volta che la politica locale si occupa della questione. Lo ha fatto nelle scorse settimane a seguito delle sollecitazioni giunte dalla categoria; in ultimo, il 25 ottobre scorso, ci fu un incontro tra i capigruppo consiliari e i panificatori nel quale questi ultimi manifestarono le loro preoccupazioni e i motivi per i quali sono stati costretti ad aumentare il prezzo del pane a due euro al chilo. La speculazione dei grandi produttori nazionali sul frumento, l`aumento dei costi di gas e luce, quelli relativi alla forza lavoro avrebbero costretto i panificatori, non solo quelli licatesi visto che il problema è sentito in tutta la Penisola, a deliberare l`aumento del prezzo del pane. Un aumento che il presidente dell`associazione locale dei panificatori, Libero Traina, ha definito “non sufficiente a coprire i costi di produzione“. Per il Codacons l`aumento del prezzo del pane è “ingiustificato“, in alcune parti d`Italia, nel Lazio per esempio, è intervenuta anche l`Antitrust che ha aperto un`indagine. Una linea che è sembrata riscuotere anche il plauso degli industriali siciliani: “Ben venga l`indagine dell`Antitrust – afferma Nino Grippaldi, consigliere di Confindustria Sicilia con delega all`Agroindustria -. Il Paese ha bisogno di sapere con estrema chiarezza in quali passaggi avvengono i rincari. Il problema sta nella lunghissima e antiquata catena distributiva che collega ingrosso e dettaglio e che va sfoltita“. Mercoledì, di tutto questo si parlerà nel corso di una seduta aperta del Consiglio che avrà come unico punto all`ordine del giorno “l`analisi della situazione della panificazione a Licata“. All`incontro sono invitati, oltre al sindaco, anche il presidente dei panificatori, i rappresentanti delle associazioni dei consumatori e delle principali organizzazioni delle categorie dei commercianti. A convocare la riunione è stato il presidente Domenico Cuttaia il quale, sin da subito ha investito dell`annosa questione relativa all`aumento del pane, l`intera assise. Durante l`incontro, certamente i panificatori metteranno sul piatto alcuni problemi squisitamente locali che di certo non aiutano la categoria ad uscire dalla preoccupante situazione di stallo nella quale si trova. Sono notori i problemi relativi all`abusivismo commerciale e alla spaccatura riguardante l`apertura domenicale, questioni queste ancora in parte irrisolte che si spera possano essere trattate a dovere nel corso della seduta di Consiglio di mercoledì.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox