15 Luglio 2013

Acqua, incontro col Codacons

Acqua, incontro col Codacons

Nei giorni scorsi, a Pomezia, si è tornato a parlare del problema idrico di Santa Palomba. In particolare, gli esponenti locali del Codacons, nelle persone degli Avvocatiti Longo e Sessa e del dottor Stefano Ielmini, già candidato alla carica di primo cittadino di Pomezia, hanno incontrato il neosindaco della città, Fabio Fucci. «Uno dei temi dell’ incontro – hanno fatto sapere dal Condacons – è stato l’ annosa questione dell’ acqua potabile del quartiere di Santa Palomba. Nello specifico – prosegue la nota – è stato chiarito dall’ amministrazione comunale che il nodo gordiano da sciogliere affinché i cittadini di Santa Palomba abbiano la tanto sospirata acqua potabile, è l’ acquisizione del collaudo del ‘fungo’ deposito dell’ acqua, da parte di un ingegnere incaricato a tal fine dall’ amministrazione precedente del Sindaco Zappalà. Il primo cittadino Fucci ha riferito che è stata inviata a tale professionista diffida ad adempiere a tale collaudo entro il termine di 30 giorni e, in mancanza, l’ opera verrà in ogni modo collaudata. Ad onor del vero, il Codacons di Pomezia – Torvajanica – proseguono dall’ associazione dei consumatoriaveva già sollecitato a ciò la precedente amministrazione commissariale nel mese di maggio 2013 e ci era stato riferito che il collaudo sarebbe stato a breve; circostanza questa che non si è verificata. Il Codacons di Pomezia – Torvajanica – conclude la nota inoltrata alcuni giorni fa – ha comunque avvertito il sindaco che continuerà a monitorare tale vicenda e, in mancanza di positivo riscontro da parte dell’ amministrazione pometina, provvederà ad attivare gli strumenti giuridici che riterrà opportuni affinché i cittadini di Santa Palomba ottengano l’ acqua potabile».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox