12 Dicembre 2005

Accordo per ridurre il prezzo dei farmaci




Siglato l?accordo fra ministero della Salute e Federfarma per ottenere in farmacia sconti del 20% sui medicinali di fascia C, a carico del cittadino, e per indurre la vendita di generici, con notevole risparmio per la spesa sanitaria.


In base all?intesa, dunque i farmacisti hanno l?obbligo di praticare il maggiore sconto possibile sui farmaci in vendita, sia su quelli da banco, sia su quelli senza obbligo di prescrizione. I farmacisti devono, inoltre, comunicare ogni mese all?Agenzia italiana per il farmaco l?elenco degli sconti praticati «in valore percentuale e in valore assoluto», oltre all?obbligo di proporre sempre ai cittadini la sostituzione dei medicinali prescritti con ricetta con farmaci equivalenti meno costosi.
«L?intesa raggiunta – sottolinea il sottosegretario alla Salute Cesare Cursi – conferma il ruolo professionale del farmacista e la sua necessaria presenza nel settore dei farmaci. Mi aspetto che già nei prossimi giorni sarà possibile per i cittadini verificare il contenuto dell?intesa, prendendo visione dello sconto praticato per i farmaci di fascia C. In questo modo è possibile garantire la trasparenza da entrambi le parti».
L?accordo prevede anche l?apertura di un tavolo di confronto per rafforzare le garanzie ai cittadini sui farmaci di automedicazione. Fra i temi in discussione l?introduzione del divieto di prelievo self service dagli scaffali della farmacia, l?obbligo di effettuare pubblicità informativa, accanto a quello di indicare sulle confezioni, accanto al nome commerciale, il principio attivo.
«Sarà nostro compito – spiegano a Federfarma – anche una campagna di informazione sia sul corretto utilizzo del medicinale che non è equiparabile a un bene di consumo, sia sul sistema di garanzie da noi offerto». Si tratta, in particolare, di allerta rapido per il ritiro di farmaci pericolosi, farmacosorveglianza, monitoraggio dei consumi, tracciabilità delle singole confezioni e corretto smaltimento dei farmaci scaduti.
Intanto i consumatori sono soddisfatti solo a metà dell?accordo raggiunto. «Apprezziamo l?accordo concluso – dice Carlo Rienzi, presidente del Codacons – ma non basta: ormai è invitabile arrivare a vendere i farmaci anche nei supermercati. Dopo i provvedimenti dell?Antitrust stiamo per notificare un ricorso al Tar per liberalizzare la vendita e ottenere così una riduzione del 30% non solo sui farmaci da banco, ma su tutti i farmaci, grazie a una più ampia concorrenza».
E domani proprio sulla vendita dei farmaci nei supermercati la Coop promuove a Roma un convegno dal tema «Farmaci: per un mercato aperto, per abbassare i prezzi, per un consumo consapevole», incontro al quale parteciperà anche Antonio Catricalà, presidente dell`Autorità garante per la concorrenza e il mercato, che ritiene improcrastinabile la liberalizzazione della vendita dei farmaci da automedicazione. La Coop ha anche avviato la raccolta di firme per il varo di un progetto di legge di iniziativa popolare per consentire la vendita a prezzo libero dei medicinali da automedicazione, tipo aspirina e tachipirina. Se il mercato sarà liberalizzato la Coop promette sconti dal 25 al 50% rispetto agli attuali prezzi di vendita, ben superiori a quelli del 20% che le farmacie hanno promesso di praticare. «L?unico provvedimento utile e vantaggioso per i consumatori – dice Carlo Rienzi, presiedente del Codacons – è quello di consentire la vendita di farmaci da banco nei supermercati, sotto l?occhio vigile del farmacista, misura che permetterebbe risparmi fino al 30 per cento».
Sull?idea di vendere farmaci nei supermercati, però, c?è una chiusura da parte del ministro della salute Francesco Storace. «Al contrario di quello che affermano alcune associazioni di consumatori – spiega il portavoce del ministro Storace Pierguido Cavallina – la politica del Governo punta a ridurre il caro prezzi anche sulle medicine e l?accordo siglato con i farmacisti testimonia che non c?è bisogno di venderli in altri luoghi».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox