27 Gennaio 2012

ACCORDO CODACONS-COMUNE DI ROMA: LE ASSOCIAZIONI INVECE DI COLLABORARE PROTESTANO A DANNO DEI CITTADINI!!

    ACCORDO CODACONS-COMUNE DI ROMA: LE ASSOCIAZIONI INVECE DI COLLABORARE PROTESTANO A DANNO DEI CITTADINI!! LE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI ANCHE SE NON HANNO FATTO MAI NULLA PER LA DIFESA DEI CITTADINI SONO INVIDIOSE SE ALTRE ORGANIZZAZIONI LI DIFENDONO EGREGIAMENTE E COME MAI NEI COMUNI POLITICI DI SINISTRA FEDERCONSUMATORI PUO’ DIFENDERE I CITTADINI DA SOLA E IN QUELLI CHE NON LO SONO I CITTADINI SI POSSONO DIFENDERE SOLO TUTTI INSIEME?

    Il Codacons replica oggi ad alcune associazioni dei consumatori che, probabilmente mosse da infantile invidia e risentimenti personali, hanno protestato contro l’accordo in favore dei cittadini raggiunto tra il Comune di Roma e il Codacons.
    E’ paradossale che alcune associazioni che di concreto nella capitale non hanno mai fatto nulla per tutelare i cittadini, ora protestino se un’altra organizzazione mette in campo una iniziativa reale a difesa degli utenti romani – spiega il Codacons – Proprio a dimostrazione dell’errore in cui sono incorse queste associazioni, ci dichiariamo ben lieti di avere la collaborazione di tutte le organizzazioni a tutela degli utenti operanti a Roma, le quali potranno apportare un contributo al durissimo lavoro che attende lo sportello civico voluto dal Codacons e dal Sindaco Alemanno. Purché, però, non ci si perda in chiacchiere da bottega e invidie che non fanno certo onore a tali associazioni, né apportano vantaggi agli utenti.
    La scelta di avviare questa collaborazione tra Campidoglio e Codacons è stata dettata dal primato assoluto che l’associazione detiene nella difesa dei cittadini della capitale: basti ricordare le tante vittorie ottenute dal Codacons su numerosi fronti, dalle strisce blu illegittime all’annullamento della delibera sugli aumenti delle tariffe taxi, dalle indagini sulla tbc al Gemelli passando per l’annullamento degli aumenti autostradali fino ad arrivare agli indennizzi per i disagi legati all’apertura del megastore Trony.  
    Certo resta un mistero il caso della FEDERCONSUMATORI, che in alcuni comuni italiani governati da sindaci di centro-sinistra ha fatto accordi esclusivi a difesa dei cittadini (vedi intesa con il Comune di Marano di Napoli, con quello di Modena, di Reggio Emilia, di Bellaria Igea Marina, con la Provincia di Rimini, ecc. ecc.) senza destare le proteste di tutte queste associazioni che oggi urlano e scalpitano. Come a dire: nei comuni di sinistra Federconsumatori può difendere da sola i diritti dei cittadini mentre in quelli guidati da sindaci di centrodestra tali diritti vanno difesi solo da tutte le associazioni congiuntamente??
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox