12 Maggio 2010

Accolto il ricorso al Tar, via Parini a rischio commissariamento

Annullato – Il decreto del Pirellone

 
 

Consiglio direttivo della Camera di Commercio di nuovo a rischio e rispunta l’ipotesi commissariamento dell’intero tavolo camerale di via Parini. Il Tar della Lombardia ha infatti accolto il ricorso presentato da Adiconsum, Lega Consumatori e Confconsumatori contro la decisione della Regione di assegnare il seggio riservato ai rappresentanti delle associazioni a tutela dei consumatori e degli utenti alla “cordata” formata da Adoc (Uil), Codacons e Codici. Adiconsum aveva indicato come «illegittimo» il sistema utilizzato dal Pirellone per calcolare quale dovesse essere l’associazione più rappresentativa tra quelle a tutela dei consumatori. «Siamo soddisfatti perché il Tar ci ha dato ragione – dice Lorenzo Trombetta, presidente Adiconsum Como – Il Tribunale amministrativo ha riconosciuto che il metodo utilizzato dal Pirellone per assegnare i punteggi non è stato corretto. Ora si rimette dunque in discussione la rappresentanza dei consumatori nel consiglio della Camera di Commercio di Como».
Ora la palla torna alla Regione. «Aspettiamo di leggere nel dettaglio la sentenza – sottolinea Trombetta – ma soprattutto di capire quali saranno le decisioni del Pirellone, che probabilmente dovrà annullare e rifare il decreto relativo al consiglio camerale. Per quanto ci riguarda, voglio precisare che il nostro è stato un atto dovuto e non una mossa politica contro la Camera di Commercio». Il ricorso potrebbe però mettere a rischio tutte le delibere finora licenziate dal consiglio camerale.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox