fbpx
17 Novembre 2014

ACCESSO ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE IN MEDICINA: RICORSO AL TAR LAZIO CONTRO IL MIUR

    ACCESSO
    ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE IN MEDICINA

    DOPO
    IL “PASTROCCHIO” DI CINECA IL CODACONS PRESENTA RICORSO AL TAR
    LAZIO CONTRO IL MIUR

    TUTTI
    I CANDIDATI CHE NON HANNO OTTENUTO UN POSIZIONAMENTO UTILE IN
    GRADUATORIA POSSONO ADERIRE PER OTTENERE L’AMMISSIONE ALLA
    SPECIALIZZAZIONE DESIDERATA

    BISOGNA
    AGIRE SUBITO, ENTRO IL 30 NOVEMBRE!

    Com’è
    noto, le prove delle prove scritte del 29 e 31 ottobre relative alla
    procedura selettiva per l’ammissione alle Scuole di
    specializzazione in Medicina A.A. 2013/2014, sono state
    contrassegnate da un gravissimo errore nella somministrazione dei
    quiz:
    sono stati invertiti i quesiti previsti per l’Area Medica, con
    quelli dell’Area Servizi Clinici.

    A
    seguito di tale errore,

    il Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca,
    dopo aver «
    vagliato
    i quesiti proposti ai candidati per l’Area Medica (29 ottobre) e
    quella dei Servizi Clinici (31 ottobre)”
    ha
    stabilito che

    “sia per l’una che per l’altra Area, 28 domande su 30 sono comunque
    valide ai fini della selezione”
    .

    Ma
    secondo la nostra Associazione tale decisione del MIUR di non
    annullare le prove in questione appare gravemente illegittima, poiché
    si risolve in una profonda alterazione delle predette prove, in
    quanto si sono ritenute valide ai fini della valutazione della
    preparazione dei partecipanti alle prove per l’area medica, le
    prove che erano state originariamente predisposte per i candidati
    dell’Area Servizi Clinici e viceversa.

    In
    altri termini, la valutazione dei candidati è avvenuta sulla base di
    quesiti non attinenti alla relativa area specialistica. Ciò, oltre a
    ledere gravemente il diritto dei candidati ad essere valutati sulla
    base di domande afferenti all’area di specializzazione scelta,
    rischia di portare ad una selezione inidonea ed errata dei futuri
    medici specialisti. Con conseguente violazione dei principi
    costituzionali di buon andamento e imparzialità della pubblica
    amministrazione, di cui all’art. 97 Cost.

    Per
    partecipare a questa azione
    CLICCA QUI

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox