20 Giugno 2006

Abruzzo, boom del credito al consumo

Avezzano Abruzzo, boom del credito al consumo

Debiti per 1,5 miliardi, e l`estate al mare costerà 50 euro in più al giorno

PESCARA. Le famiglie abruzzesi hanno debiti con le banche per 1,54 miliardi di euro, circa 3000 miliardi di vecchie lire, in media 1.190 euro a testa. è l`effetto del boom del credito al consumo (così si chiamano oggi le vecchie rate) che nel 2005 ha registrato un aumento del 10% rispetto al 2004. Un`impennata che preoccupa l`associazione dei consumatori Codacons, che prevede nel 2006 un livello di indebitamento superiore ai due miliardi di euro. “Se prima si ricorreva ai prestiti per acquistare l`automobile o il grande elettrodomestico, o per comprare beni costosi“, ha spiegato il Codacons, “adesso si ricorre al credito al consumo per mantenere lo stesso tenore di vita degli anni passati, e lo dimostra il fatto che i finanziamenti avvengono per tutti i tipi di acquisti, dai libri ai viaggi, passando per i generi di prima necessità e persino i banchetti nuziali. Si tratta però“, fa notare l`associazione, “di una pratica assai pericolosa perché difficile da tenere sotto controllo“. E non aiuterà certo l`arrivo dell`estate quando al credito al consumo si sommerà la spesa per l`ombrellone. Sempre il Codacons ha calcolato che una famiglia in vacanza in Abruzzo spenderà nel 2006 circa 50 euro in più per una giornata al mare, considerati gli aumenti non solo delle tariffe degli stabilimenti balneari, ma anche della benzina e delle consumazioni al bar e al ristorante.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox