3 Gennaio 2003

A scuola dopo la Befana torna la frutta biologica

Este.
Torna la frutta biologica sulle tavole delle mense delle materne ed elementari di Este. A cavallo di Capodanno, l`assessore all`Istruzione di Este, Sergio Gobbo, è riuscito a venire a capo della vicenda che aveva già sollevato perplessità e polemiche: poco prima delle vacanze di Natale i fornitori della Cir, la ditta che fornisce ogni giorno 600 pasti alle scuole di Este, avevano comunicato le crescenti difficoltà nel reperire sul mercato frutta biologica certificata ed il Comune aveva deciso di utilizzare la frutta tradizionale; proprio per prevenire malintesi e polemiche, Gobbo aveva reso nota la variazione dei menù alla fine di dicembre.

Alcuni genitori avevano già storto il naso ed il Codacons di Este era arrivato a ipotizzare che dietro la decisione di togliere la frutta biologica dalle mense ci fosse in realtà la volontà del Comune di risparmiare il costo di questo servizio (circa 19 centesimi di euro per pezzo, tutti a carico del Comune che non ha voluto ritoccare il prezzo dei buoni mensa con l`introduzione del biologico).

«La Cir si è subito attivata per reperire i prodotti biologici certificati presso altri fornitori e siamo arrivati immediatamente alla soluzione del caso. Di fatto, la frutta è mancata solo per tre giorni dai tavoli delle elementari, perché alle materne c`è sempre stata» commenta con soddisfazione Gobbo che introdusse il “biologico“ nei menù scolastici appena nominato assessore.

«La volontà dell`amministrazione è quella di incrementare il biologico nei menù scolastici che Este è stato fra i primi Comuni ad introdurre. Vogliamo inoltre promuovere una sempre più approfondita educazione alimentare riproponendo i corsi con genitori ed insegnanti che abbiamo già organizzato con successo».

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox