6 Aprile 2005

A San Pietro il fiume dei polacchi

A San Pietro il fiume dei polacchi

CITTÀ DEL VATICANO ? Sei, sette ore di fila prima di riuscire anche solo a intravedere il portone della Basilica di San Pietro. Più un altro paio per avere accesso alla chiesa. È la massacrante prova di resistenza a cui centinaia di migliaia di pellegrini si sono sottoposti anche ieri per rendere omaggio alla salma di Giovanni Paolo II. Numeri destinati a crescere man mano che ci si avvicina ai funerali previsti per dopodomani. Dalla sola Polonia, infatti, sono dati in partenza due milioni di fedeli, secondo le stime del ministero degli Esteri di Varsavia.
È da lunedì sera alle 20 che l`afflusso in Vaticano procede ininterrotto. La Protezione civile calcola che, davanti alla salma del Papa, siano sfilate in media 15 18mila persone ogni ora. Per un totale di un milione in due giorni, 600mila solo ieri. I più fortunati sono stati quelli arrivati in piazza nella notte tra giovedì e venerdì o all`alba di ieri, che hanno dovuto pazientare “ appena“ due ore.
Con il passare del tempo, l`attesa è cresciuta in maniera esponenziale. Alle 11 del mattino un lungo serpentone umano occupava già l`intero tratto di via della Conciliazione e le stradine circostanti. Alle due a essere coinvolto era l`intero Borgo Pio. Con le forze dell`ordine e i volontari della Protezione civile costretti a un super lavoro. La scena è destinata a ripetersi fino a domani notte, quando la Basilica chiuderà i battenti.
L`afflusso principale è previsto però per venerdì quando il sagrato di piazza San Pietro ospiterà i funerali di Giovanni Paolo II. Sono centinaia di migliaia i fedeli che da ogni parte del mondo stanno arrivando a Roma in queste ore con treni speciali, carovane di autobus e voli charter. Per un totale di presenze che “ Telefono blu“ stima in quattro milioni.
Sui preparativi della cerimonia funebre si è soffermato ieri il direttore della sala stampa della Santa sede, Joaquin Navarro Valls. Dopo aver precisato che alla Congregazione generale di ieri erano presenti 88 cardinali ( sui 91 finora giunti a Roma in vista del Conclave), il portavoce vaticano ha ribadito che la sepoltura avverrà nelle grotte vaticane.
Ulteriori dettagli sono stati forniti da monsignor Piero Marini. Il maestro delle Cerimonie liturgiche della Santa sede ha spiegato che il volto di Papa Wojtyla verrà ricoperto con un velo di seta bianca. All`interno della bara verranno messi una pergamena « con la vita del Sommo pontefice » e un sacchetto con delle medaglie di argento e di bronzo, coniate durante i 26 anni di pontificato. Dopo i funerali, il feretro verrà trasferito nelle grotte vaticane ( dove era sepolto Papa Giovanni XXIII) e, in base a quanto chiesto dal Papa stesso, deposto nella « nuda terra » . Come già avvenuto per Pio VI, il luogo della sepoltura sarà contrassegnato da una semplice lapide.
Dal Codacons è giunta, intanto, una prima stima sul giro d`affari che interesserà la capitale fino ai funerali: 250 milioni di euro complessivi, di cui 150 per i trasporti; 50 per i souvenir; 20 per le consumazioni in bar e ristoranti e, infine, altri 25 30 milioni per gli alberghi. L`associazione dei consumatori ha quindi invitato tutti gli esercenti alla « massima correttezza nei rapporti con i clienti » .
Una correttezza che, stando alle voci raccolte sul posto, finora non sempre si è vista.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox