13 Dicembre 2019

A Roma scuole chiuse per pioggia. Codacons: chiediamo i danni al Comune

 

C’era l’allerta rossa per il maltempo della Protezione Civile ma alla prova dei fatti a Roma si sta vivendo una normale giornata invernale. Pioggia, a tratti intensa, ma non tale da rappresentare un’emergenza anche in una città così fragile come la Capitale dove basta un acquazzone per mandare in tilt interi quartieri. Per questo sui social network molti romani stanno protestando per la chiusura delle scuole decisa ieri sera dalla sindaca Virginia Raggi. Sul piede di guerra anche le associazioni di consumatori con il Codacons che vuole che i cittadini vengano rimborsati per i disagi subiti.

La chiusura di scuole, parchi, cimiteri e ville storiche è un provvedimento “assurdo e ingiustificato che ha gettato nel caos migliaia di famiglie”, scrive il Codacons in una nota che punta il dito contro “le incapacità dell’amministrazione di fronte al maltempo: anziché pulire tombini e caditoie e raccogliere le foglie da strade e marciapiedi per evitare allagamenti e disagi stradali, il Comune preferisce risolvere il problema alla radice, chiudendo direttamente le scuole. Tutti i genitori che hanno subito danni a causa di questa ordinanza assurda possono rivolgersi al Codacons per valutare eventuali azioni di rivalsa nei confronti del Comune”, attacca l’associazione.

La pioggia ha creato comunque disagi alla circolazione con rallentamenti e allagamenti su via della Magliana, altezza via Marchetti, in zona Verano, piazza Bologna e nel quartiere Fleming. Traffico intenso in via Aurelia, via Flaminia, via del Muro Torto e via Cristoforo Colombo. Un incidente si è verificato questa mattina al Circo Massimo. Un’auto si è ribaltata. Ferito l’uomo alla guida.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox