26 Novembre 2021

A rischio la Legge su Velia, pericolo cementificazione

ASCEA – Si va verso l’abrogazione della Legge regionale numero 5, approvata l’8 febbraio 2005, e che ha in oggetto la riqualificazione paesistico ambientale intorno all’antica città di Velia ad Ascea. Lo si legge nella risposta che la Regione Campania ha inviato al presidente del Codacons Cilento, Bartolomeo Lanzara, che si era fatto promotore nelle scorse settimane di un intervento urgente proprio in merito ai vincoli della Legge al governatore Vincenzo De Luca, all’assessore al Governo del Territorio, al Difensore Civico regionale e al consigliere regionale Corrado Matera.

«In ordine all’elaborazione del Piano è al momento attivo un tavolo tecnico – si legge nel documento che è firmato dalla dirigente Lucilla Palmieri -di copianificazione con Ministero della Cultura, ed in particolare con gli uffici periferici ministeriali, con il compito di verificare le perimitrazioni dei beni tutelati e di prevedere la relativa normativa di attuazioni». Nel documento poi si aggiunge: «In particolare, verrà approfondito il tema della tutela paesaggistica dei territori adiacenti l’antica città di Velia anche in attuazione del sisposto di cui alla Legge Regionale n. 16 del 7 agosto 2014 che, al comma 175 dell’articolo 1, prevede che dall’entrata in vigore del Piano Paesistico Regionale sia abrogata, tra le altre, anche la Legge Regionale numero 5 del 2005».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox