21 Maggio 2002

«A partire dal 1° luglio risparmio per le famiglie»

«A partire dal 1° luglio risparmio per le famiglie»
Telecom aumenta il canone
ma le tariffe diminuiscono
E i consumatori ricorrono al Tar




ROMA Aumenta il canone Telecom, ma diminuiscono le tariffe grazie ad una manovra complessiva che porterà un risparmio per le famiglie e le aziende italiane pari a 50-55 milioni di euro. E` quanto ha reso noto il direttore generale di Telecom Italia Riccardo Ruggero che ieri in una conferenza stampa ha illustrato le novità che diventeranno operative dal 1° luglio.
La nuova manovra messa a punto da Telecom Italia Domestic Wireline prevede mezz`ora di telefonate interurbane gratis per le famiglie ogni bimestre e l`estensione dell`ora di telefonate gratis (già attiva per le famiglie) anche alle imprese.
«Questo intervento compenserà, a totale vantaggio della clientela, il già programmato adeguamento dell`abbonamento alla rete telefonica generale deciso a seguito della delibera sul ribilanciamento tariffario voluta dalla Commissione Europea». In pratica si tratta dell`ultimo aumento del canone messo in programma, anche se lo stesso Ruggero ha parlato di un riequilibrio di 500-700 milioni di euro. Questo però sarà un argomento da affrontare con l`Authority per il 2003.
L`abbonamento alla rete telefonica generale per la clientela residenziale passerà dal primo luglio dagli attuali 11,36 euro al mese (Iva esclusa) a 12,14 euro mensili (sempre Iva esclusa), con un aumento pari a 0,78 euro. In totale nel 2002 l`aumento del canone è di euro 1,45 al mese. Secondo Telecom, il canone italiano è sotto la media europea.
Per ribilanciare l`aumento del canone, Telecom ha varato dal seconda fase di ricomincio da te: dopo l`ora di telefonate urbane gratis a bimestre, sempre dal primo luglio sarà gratuita mezz`ora di chiamate interurbane ogni due mesi. In pratica, Telecom ha calcolato che si potrà realizzare un risparmio medio di 0,89 euro al mese per famiglia, con un saldo tra aumento del canone e diminuzione delle tariffe pari a 0,11 euro al mese.
In totale le due «manovre tariffarie» del 2002 porteranno, secondo Telecom, ad un risparmio per famiglie ed aziende pari a 139 milioni di euro, mentre le novità di luglio porteranno nelle tasche degli italiani 50/55 milioni.
Adusbef e Codacons, le due associazioni dei consumatori impugneranno al Tar questo aumento del canone Telecom, perché rilevano che «Telecom, per evitare una migrazione di massa verso altre compagnie, ha abbassato, con l`appoggio dell`Autorità per le Comunicazioni, le tariffe telefoniche, approfittando del fatto che gli altri gestori sono nell`impossibilità di effettuare manovre simili, ed ha alzato il prezzo del canone che comunque deve essere pagato da tutti. Così facendo, si vuole bloccare la liberalizzazione del mercato telefonico per non far perdere a Telecom la sua posizione dominante».
Anche l`Adoc contesta l`aumento del canone Telecom e fa i conti in tasca alla società telefonica: «370 miliardi di vecchie lire, 185 milioni di euro, è quanto costerà in più l`aumento del canone Telecom – riporta una nota dell`associazione consumatori – considerati i 20 milioni di abbonamenti alla rete fissa Telecom, che sommandosi a quello di inizio anno porterà ad un incredibile aggravio per le famiglie italiane di 850 miliardi di lire, 438 milioni di euro, l`anno».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox