15 Aprile 2021

A. Mittal: operaio licenziato; esposto Codacons in Procura

‘Indagare per violenza privata e violazione dell’art. 21’
TARANTO
(ANSA) – TARANTO, 15 APR – Sul caso di Riccardo Cristello, il lavoratore licenziato da ArcelorMittal a seguito di un post su Facebook ritenuto denigratorio, il Codacons presenta una denuncia penale contro l’azienda, chiedendo alla Procura della Repubblica di Taranto di aprire una indagine sull’episodio “alla luce delle possibili fattispecie di violenza privata e violazione delle regole costituzionali”. L’associazione dei consumatori ricostruisce i fatti, osservando che al lavoratore si contesta “di avere condiviso sul proprio profilo social Facebook, chiuso e non pubblico e visibile solo a 400 persone, e senza neanche un commento personale, uno screenshot che invitava a seguire la fiction Mediaset ‘Svegliati amore mio’ con Sabrina Ferilli, serie che rappresenterebbe una realtà simile a quella di Taranto ma che non ha alcun riferimento alla suddetta città, né tantomeno ad ArcelorMittal”. La multinazionale, scrive il Codacons nell’esposto, “si sarebbe resa protagonista di un gravissimo attacco alla democrazia e in particolare alla libertà di opinione ed espressione, calpestando il sacrosanto diritto a manifestare il proprio pensiero sancito non solo dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, ma anche dall’art. 21 della Costituzione Italiana, con una violenza privata ed un esercizio arbitrario delle proprie ragioni, oltre che con violazione del diritto alla riservatezza e di corrispondenza privata per avere divulgato a terzi informazioni relative ad un profilo Facebook chiuso e non pubblico”. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox