11 Marzo 2021

A.Mittal: Codacons a CdS, confermare chiusura area a caldo

Udienza su ricorso dell’azienda contro la decisione Tar Lecce
TARANTO
(ANSA) – TARANTO, 11 MAR – Si è svolta questa mattina, dinanzi al Consiglio di Stato-Quarta Sezione (presidente Greco, relatore Conforti), l’udienza sul ricorso promosso da ArcelorMittal e Ilva in As contro la decisione del Tar Lecce del 13 febbraio scorso che impone – entro il 14 aprile – la chiusura dell’area a caldo in ottemperanza all’ordinanza sulle emissioni del sindaco di Taranto Rinaldo Melucci. Il giudice amministrativo – informa il Codacons in una nota – è chiamato ad esprimersi sull’istanza di sospensiva, mentre l’udienza di merito è fissata per il 13 maggio. Il Codacons, intervenuto in giudizio a sostegno del Comune di Taranto, ha chiesto di confermare l’ordinanza del sindaco e rigettare il ricorso dell’azienda, ritenendo “inammissibile la richiesta di sospensiva in considerazione del fatto che ArcelorMittal aveva la possibilità di chiedere una proroga per procedere in totale sicurezza allo spegnimento del camino E312”. Nella discussione, fa sapere l’associazione dei consumatori, “sono emersi 8 interventi dei legali di enti e aziende legate all’acciaieria, tutte a favore della continuazione della produzione. I nostri legali hanno evidenziato il danno gravissimo alla salute delle persone derivante da un eventuale accoglimento del ricorso, sottolineando come il diritto a fare impresa non può avvenire mai sulla pelle, sulle salute e sulla vita delle persone”. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox