11 Aprile 2016

A Milano ciclabili invase dalle auto in sosta. I vigili replicano al Codacons: “Siamo presenti”

A Milano ciclabili invase dalle auto in sosta. I vigili replicano al Codacons: “Siamo presenti”

di Simona Romanò Furgoncini che occupano la pista ciclabile per scaricare le merci e scooter che sfrecciano, incuranti del divieto. Scene abituali per la pista ciclabile che corre lungo la circonvallazione interna, da via De Amicis a via Francesco Sforza, passando per Molino delle Armi e Santa Sofia.  La denuncia arriva dal Codacons, con il suo presidente Marco Maria Donzelli: «Negli ultimi anni le piste ciclo sono aumentate, ma presentano problematiche che il Comune deve affrontare e risolvere per garantire realmente la sicurezza delle due ruote». La corsia della Cerchia dei Navigli aveva già generato polemiche perché non è demarcata da barriere, dossi o paletti; a delimitarla c’è solo da una linea tratteggiata sull’asfalto che poco fa contro i furbetti. Tutti vi scorrazzano. Sono guai per i ciclisti, che speravano di avere più agio. E invece sono costretti a pericolose gimcane, oppure a buttarsi in mezzo alla carreggiata per schivare i furgoni che caricano e scaricano i prodotti per i negozi; per evitare le macchine in sosta selvaggia, che spesso non si protrae per lunghi momenti, ma è sufficiente a creare disagi; per scampare dalle motociclette che corrono a tutta velocità, usando la pista come via di fuga per eludere il traffico.  I punti più critici sono in via De Amicis e via Francesco Sforza, soprattutto all’altezza del Policlinico. «È inaccettabile che la sicurezza degli utenti più deboli sia a repentaglio – attacca Donzelli – Il rischio di incidenti non può essere trascurato. Necessario che i vigili pattuglino, multando tutti coloro che non rispettano il Codice della Strada».Un attacco mal accettato dagli agenti della polizia locale. Il controllo delle piste ciclabili è di competenza dei ghisa motociclisti. «Dalle 7 alle 19 – precisa Daniele Vincini del sindacato Sulpm – percorriamo sistematicamente la Cerchia dei Navigli, punendo chi non rispetta le regole. Il problema dei furgoncini è sotto controllo. La soluzione per risolverlo del tutto è creare delle rientranze lungo i marciapiedi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox