3 Gennaio 2020

A.A.A. Consumatori cercansi! Scattano i saldi invernali, ma avanza l’ e-commerce.

mentre si annunciano anche per l’ emilia romagna i saldi invernali postnatalizi, che partono oggi dalla sicilia per estendersi sabato 4 gennaio alla altre regioni, scatta l’ allarme del codacons, che teme un flop della corsa agli sconti, causa il black friday, i recenti regali di natale e soprattutto il ricorso agli acquisti on line, che continuano a crescere con un numero di acquirenti e un giro d’ affari sempre più alto. (osservatorio ecommerce b2c, l’ ecommerce b2c: il motore di crescita e innovazione del retail!l’ ecommerce b2c. ricerca del politecnico di milano | dipartimento di ingegneria gestionale in collaborazione con osservatori.net ) si riduce la navigazione da desktop (da 35,4 a 28,4 milioni di utenti unici al mese), cresce l’ uso dello smartphone che in italia viene utilizzato più che nel resto d’ europa. l’ 85% della popolazione infatti usa il mobile per fare shopping. il 34% lo usa spesso e il 14% sempre. ed è
Mentre si annunciano anche per l’ Emilia Romagna i saldi invernali postnatalizi, che partono oggi dalla Sicilia per estendersi sabato 4 gennaio alla altre regioni, scatta l’ allarme del Codacons, che teme un flop della corsa agli sconti, causa il black Friday, i recenti regali di Natale e soprattutto il ricorso agli acquisti on line, che continuano a crescere con un numero di acquirenti e un giro d’ affari sempre più alto. (Osservatorio eCommerce B2c, L’ eCommerce B2c: il motore di crescita e innovazione del Retail!L’ eCommerce B2c. ricerca del Politecnico di Milano | Dipartimento di Ingegneria Gestionale in collaborazione con Osservatori.net )Si riduce la navigazione da desktop (da 35,4 a 28,4 milioni di utenti unici al mese), cresce l’ uso dello smartphone che in Italia viene utilizzato più che nel resto d’ Europa. L’ 85% della popolazione infatti usa il mobile per fare shopping. Il 34% lo usa spesso e il 14% sempre. Ed è proprio l’ abitudine contagiosa a fare acquisti on line che sta modificando radicalmente la struttura del commercio tradizionale, che lamenta la chiusura dei negozi non più rimpiazzati e non solo a causa del proliferare dei centri della grande distribuzione, ma proprio per la preferenza data dai più giovani ma non solo agli acquisti dalla tastiera.In realtà il Natale 2019 ( secondo i dati emersi dall’ indagine sugli acquisti per i regali realizzata da Confcommercio-Imprese per l’ Italia in collaborazione con Format Resea) assegna la vittoria ai negozi cittadini, anche perché garantiscono gli eventuali cambi merce post natalizi.Tuttavia, nonostante il 71,2% abbia preferito comprare doni presso la grande distribuzione e il 57% nei piccoli esercizi commerciali, è in aumento il numero di chi, anche nel mese di dicembre, ricorre al .Gli osservatori economici ne prevedono, inoltre, per il 2020, un’ espansione che vedrà in cima agli acquisti dal il settore del food ( con diffusione delle consegne a domicilio ) e della ristorazione, seguito da Casa e arredamento (+29%), Centri Commerciali, dove spiccano i grandi player internazionali (+40%), Moda (+21%),Salute e bellezza (+23%), Elettronica (+18%), Tempo Libero (+24%) e Turismo (+11%): due settori, questi ultimi, che restano, in ogni caso, al top della distribuzione di fatturato on line.In grande sviluppo, per il settore arredamento, l’ utilizzo della realtà aumentata e lo sviluppo di App che permettono all’ utente di “testare” virtualmente mobili e complementi nei propri ambienti domestici, prima dell’ acquisto. Espansione dell’ e-commerce anche la i prodotti dedicati alla cura della persona, all’ automazione della casa, alle assicurazioni.A primeggiare nell’ e-commerce sono i grandi, Alibaba (Cina) e Amazon (USA), come racconta il report annuale dell’ agenzia Casaleggio Associati, che offre una panoramica sullo stato dell’ e-commerce in Italia e nel mondo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox