31 Dicembre 2006

5 anni di moneta unica

5 anni di moneta unica
Domani Romania e Bulgaria nella Ue, Lubiana in Eurolandia. Codacons: salasso sui prezzi Vento dell`Est sull`Europa, la Slovenia teme il caro-euro

ROMA La moneta unica festeggerà domani il suo quinto compleanno con l`ingresso in Eurolandia di un tredicesimo Stato: la Slovenia, entrata nell` Unione europea nel maggio del 2004. E sempre dal primo gennaio si allargherà anche l`Unione europea, con l`ingresso di Romania e Bulgaria, che porteranno il numero complessivo degli Stati membri a 27. A due anni e mezzo dallo storico allargamento dell`Ue a dieci nuovi Stati membri – tutti dell`est europeo – Lubiana è stata dunque l`unica capitale a presentarsi puntuale all`appuntamento con l`euro. In dote ha portato uno stato delle finanze pubbliche in buona salute, valutato positivamente da Bruxelles. Ora sarà compito del governo sloveno non tradire le aspettative degli altri partner di Eurolandia, mettendo in campo politiche e riforme strutturali in grado di mantenere i conti a posto rendendoli sempre più solidi, come ha ricordato nei giorni scorsi il commissario Ue agli affari economici e monetari, Joaquin Almunia. Del resto, in un momento di ripresa dell`economia europea, l`area dell`euro non può permettersi Paesi che frenino la crescita. Proprio quest`ultimo è stato uno dei principali motivi per cui le altre capitali candidate ad entrare nell`euro nel 2007 non ce l`hanno fatta. Per tali Paesi – si tratta di Estonia e Lettonia – come per tutti gli altri entrati nell`Ue nel maggio 2004, la strada da percorrere appare ancora lunga. Con l`arrivo della Slovenia nell`eurozona, la moneta unica sarà ormai condivisa da più di 317 milioni di cittadini europei. A Lubiana e nel resto del Paese l`entusiasmo è tanto. Ma anche le preoccupazioni, legate ai rischi di un aumento dei prezzi come avvenuto, ad esempio, in Italia. Tanto più che la soluzione scelta dalla Slovenia per l`adozione dell`euro è quella del “big bang“: la moneta unica, in pratica, avrà corso legale immediatamente dal primo giorno della sua introduzione, con un brevissimo periodo di doppia circolazione (euro e moneta nazionale). Sarà infatti possibile pagare ancora con il tallero solo fino al 14 gennaio. Poi la vecchia moneta andrà definitivamente in pensione. E che le paure slovene non siano infondate, lo prova una ricerca del Codacons sui cinque anni di euro in Italia. Una ricerca che dà un solo risultato: “Tutti i prezzi sno aumentati“. Secondo l`associazione i risultati gli effetti della moneta unica mostrano “imbarazzanti aumenti a due cifre, rincari reali che impoveriscono i cittadini falcidiando i bilanci familiari“. I rincari hanno raggiunto addirittura il 92,3% per penne a sfera, accendini e giocata minima del lotto. “I consumatori, tartassati da cinque anni di aumenti da euro, chiedono a gran voce una serie di misure urgenti per contenere ulteriori rincari, specie nel settore dell`alimentazione“, afferma il Codacons.

    Aree Tematiche:
  • EURO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox