16 Marzo 2010

3D: CARTOONS ON THE BAY PREFERISCE IL 2D E PREMIA DON BLUTH

           
            (ANSA) – ROMA, 16 MAR – Il 3D sarà anche la tecnica del
futuro ma l’animazione tradizionale in punta di matita è ancora
in grado di sprigionare poesia e rappresenta il migliore
linguaggio visuale per raggiungere famiglie e bambini. Questa la
filosofia di Cartoons on the Bay in merito alla polemica
innescata dal ricorso del Codacons che ha spinto il Consiglio
Superiore di Sanità ad imporre il divieto di visione di film in
3D a bambini sotto i sei anni. E così il festival decide di
premiare Don Bluth regista, animatore e produttore
cinematografico statunitense.
   "Abbiamo scelto di conferire a Don Bluth il premio alla
carriera dell’edizione 2010 – ha detto il Direttore artistico
del Festival organizzato da Rai Trade, Roberto Genovesi –
proprio perché rappresenta una visione tradizionalista
dell’animazione. Riteniamo che il 3D, per quanto interessante ed
innovativo, rappresenti al momento ancora un fattore di
discriminazione economica, culturale e sociale. Economica
perché accentua la frattura tra le major e le piccole aziende.
Culturale perché antepone l’estetica all’idea. Sociale perché
concluso le persone e i bambini in particolare con problemi di
vista e in fase di crescita, come dimostrato da recenti episodi,
possono essere penalizzati dal dover usare obbligatoriamente
protesi indesiderate".
   Anche Don Bluth – che a Cartoons on the Bay, in programma a
Rapallo dal 15 al 18 aprile 2010 – riceverà il Pulcinella Award
alla Carriera è un paladino dell’animazione tradizionale e non
ne fa mistero. "Il computer ha semplificato la vita degli
animatori – ha detto – e consentito di creare esperienze
filmiche più ricche e complesse. La differenza la fanno sempre
le storie. Il pubblico dell’animazione non deve dimenticare gli
adolescenti e i giovani adulti, interessati ad avventure mature,
a più livelli di lettura, per le quali il 2D offre
impareggiabili strumenti narrativi. Da anni organizzo corsi
online per centinaia e centinaia di giovani artisti, e ho
scoperto fra loro un’incredibile desiderio di promuovere un
autentico rinascimento dell’animazione 2D".(ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox