21 settembre 2017

15 morta a Foggia, Codacons: indagare chi ha sottovalutato denunce

 

Roma, 21 set. (askanews) – Con una istanza che sarà presentata oggi alla Procura della Repubblica di Foggia, il Codacons chiede alla magistratura di estendere le indagini sul caso della ragazza di 15 anni morta ad Ischitella dopo essere stata colpita al volto dall’ ex compagno della madre. “E’ necessario indagare per concorso in omicidio colposo anche chi aveva il dovere di tutelare la ragazza e non l’ ha fatto – spiega il presidente Carlo Rienzi – Si apprende infatti che la madre di Nicolina Pacini in più di una occasione si era rivolta alle forze dell’ ordine, denunciando le violenze dell’ ex compagno ed evidenziando pericoli per la figlia, legati a possibili ritorsioni da parte dell’ uomo. Il tragico epilogo della vicenda dimostra che la ragazza non è stata adeguatamente protetta, una morte che forse si sarebbe potuta evitare se alle denunce della madre fosse stato dato un peso maggiore”. In particolare il Codacons chiede alla Procura di accertare se ci sia stata una sottovalutazione del pericolo da parte delle istituzioni e delle forze dell’ ordine cui la madre della 15enne si era rivolta e, nel caso, procedere nei confronti dei responsabili per il reato di concorso in omicidio colposo.