fbpx
17 Giugno 2014

15 GIUGNO 2014 – ALLAGAMENTO GRA ROMA, SEI RIMASTO BLOCCATO NEL TRAFFICO? CHIEDI I DANNI!

    AGISCI SUBITO CON “IN CODACONS – CLASS ACTION”

    SE IL GIORNO 15 GIUGNO 2014, A CAUSA DEGLI ALLAGAMENTI
    VERIFICATISI IMPROVVISAMENTE SUL GRANDE RACCORDO ANULARE DI ROMA, SEI RIMASTO
    BLOCCATO NEL TRAFFICO, AGISCI CON IL CODACONS PER COSTITUIRSI COME PARTE OFFESA
    NEL PROCEDIMENTO PENALE PER CHIEDERE I DANNI

    Il CODACONS organizza una azione di massa di tutti i
    cittadini rimasti bloccati per ore sul GRA di Roma, a causa di improvvisi
    allagamenti, contro tutti coloro che, a vario titolo, potrebbero essere
    ritenuti responsabili

    Questa azione è scaduta,
    non è più possibile aderire

    Domenica
    15 giugno 2014, il Grande Raccordo Anulare di Roma, in alcuni tratti, era coperto da oltre 30-50 centimetri di
    acqua, divenendo in molti tratti impraticabile con il traffico completamente
    bloccato.

    Sono diversi i
    punti oscuri e gli interrogativi che l’autorità adita deve necessariamente
    chiarire al fine di far luce sulle responsabilità e fattispecie penalmente
    rilevanti in merito, non solo sulla gestione della emergenza maltempo,
    su cosa sia accaduto realmente, su come mai, nonostante le previsioni della
    protezione civile, i cittadini romani sono finiti nel caos, evidenziando,
    ancora una volta,
    la palese inefficienza a 360 gradi da parte della
    pubblica amministrazione e di tutti soggetti, privati e/o istituzionali,
    addetti ad attività di controllo e di sicurezza, ma anche come mai, a
    seguito di un acquazzone, il raccordo è divenuto impraticabile per molti
    tratti, con oltre mezzo metro di acqua in molti punti, che ha reso il transito
    praticamente impossibile.

    Siamo
    sempre di fronte al solito problema… La pubblica amministrazione capitolina, le
    società che hanno la manutenzione, la responsabilità e/o la diretta gestione di
    opere, non sono in grado né di prevedere ed evitare accadimenti gravi che
    solamente eseguendo la normale manutenzione delle opere stesse si sarebbero
    potuti evitare, né di intervenire fattivamente e
    concretamente al fine di risolvere i gravi disagi creati dall’incuria della
    p.a. e delle società stesse.

    La
    conseguenza è stata che centinaia di persone sono rimaste bloccate sul Raccordo
    Anulare, con disastrose ripercussioni sulla circolazione del traffico e
    conseguenti gravi danni per i cittadini sia in ordine di tempo e di costi per
    gli stessi.

    Per tali ragioni, iscriviti e AGISCI SUBITO CON IL CODACONS

    COME PERSONA OFFESA NEL PROCEDIMENTO PENALE PENDENTE DAVANTI
    ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA

    Con il servizio “IN CODACONS – CLASS
    ACTION” al costo di 6,10 hai diritto a:

    1)      Iscrizione al Codacons, la più
    importante associazione di difesa dei diritti dei cittadini;

    2)      L’invio sua tua email DELL’ATTO DI NOMINA
    QUALE PERSONA OFFESA NEL PROCEDIMENTO PANALE, che potrai poi inviare alla
    Procura delle Repubblica di Roma;

    3)      IL SUPPORTO DA PARTE DELL’ASSOCIAZIONE CHE
    INTERVIENE NEL PROCEDIMENTO  IN QUALITA’
    DI ENTE RAPPRESENTATIVO DEGLI INTERESSI DEI CITTADINI COME DISPOSTO DALLA NOTA
    SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE, n. 17351/2011, PER TUTTA LA FASE DELLE
    INDAGINI PRELIMINARI, FINALIZZATA AD ACCERTARE LA RESPONSABILITA’ DEGLI
    INDAGATI,  E IN CASO DI RINVIO A GIUDIZIO
    L’OPPORTUNITA’ DI COSTITUIRSI PARTE CIVILE NEL PROCESSO PENALE AL FINE DI
    CHIEDERE UN RISARCIMENTO PER I CITTADINI NON INFERIORE A 1.000 EURO

    IL TERMINE PER ADERIRE ALL’AZIONE e’ IL 31 LUGLIO 2014

    Clicca qui per partecipare all’azione.

    Questa azione è scaduta,
    non è più possibile aderire

    CHE
    SUCCEDE DOPO CHE TI ISCRIVI?

    Successivamente all’iscrizione,
    riceverai una email con tutte le relative istruzioni, l’atto giuridico completo
    da inviare alla Procura della Repubblica di Roma e la domanda di iscrizione
    all’Associazione

    E’ importante per ogni successivo contatto indicare
    l’indirizzo e-mail ed il numero di telefono corretti
    .

    Ogni
    adesione pervenuta dopo la data di scadenza non sarà ritenuta valida e non
    verrà restituita la quota associativa versata.

    Una volta
    perfezionata l’adesione ogni successiva comunicazione avverrà esclusivamente
    attraverso email collettive indirizzate a tutti coloro che vi hanno preso parte
    nei tempi e nei modi indicati.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox