15 Ottobre 2021

NON SEI RIUSCITO A PARTIRE CON LA COMPAGNIA ALITALIA E NON RIESCI PIÙ AD OTTENERE IL RIMBORSO DEI BIGLIETTI INUTILIZZATI?

    SCARICA LA DIFFIDA PREDISPOSTA DAL NOSTRO STAFF LEGALE PER RICHIEDERE IL RIMBORSO DEI BIGLIETTI INUTILIZZATI ALL’EX COMPAGNIA AEREA DI BANDIERA

    Il Codacons, preso atto della cessione della compagnia aerea Alitalia alla Società ITA Italia Trasporto Aereo intende tutelare tutti i viaggiatori rimasti con titoli di viaggio inutilizzati ed inutilizzabili.

    Vogliamo ricordare come a far data dal 15 ottobre 2021 l’ex compagnia di bandiera smette di volare facendo sì che non risulterà più possibile volare con la flotta Alitalia e vedendo il subentro della nuova Compagnia ITA che effettua voli ed organizzazione aerea per proprio conto.

    La nuova Compagnia Ita, non potrà però farsi carico di tutti quei biglietti mai utilizzati dagli utenti/viaggiatori e rilasciati dalla società uscente. Difatti, la Commissione Europea ha richiesto una forte discontinuità tra le due compagnie negando di potere utilizzare i biglietti venduti da Alitalia per i voli programmati da Ita.

    Sullo stesso sito della compagnia Alitalia si legge: «Nell’ambito della procedura di cessione del ramo “Aviation” di Alitalia – Società Aerea Italiana S.p.A. in amministrazione straordinaria alla società ad integrale partecipazione pubblica Italia Trasporto Aereo S.p.A., il Ministero dello sviluppo economico ha autorizzato Alitalia a chiudere le vendite di biglietti, e conseguentemente prevedere la cessazione delle sue attività di volo, a far data dal 15 ottobre 2021, quale data prevista per l’avvio delle operazioni del nuovo vettore di bandiera.

    Nel caso di impossibilità o non interesse alla riprogrammazione, i passeggeri potranno richiedere il rimborso integrale, senza penale, del prezzo al quale il biglietto è stato acquistato o del valore residuo del biglietto per il viaggio non ancora effettuato. La richiesta verrà presa in carico e definita il prima possibile, in conformità con il Reg. CE261/2004».

    Ed ancora, in riferimento alla possibilità di ottenere il rimborso degli biglietti e/o voucher rimasti inutilizzati ed in possesso dei viaggiatori, Alitalia asserisce come «Il rimborso del prezzo del biglietto, totale o parziale per rinuncia al volo del passeggero, è consentito in conformità a quanto previsto dalle regole tariffarie relative al biglietto acquistato. Le regole tariffarie sono illustrate durante il processo di prenotazione e acquisto e sulla ricevuta del biglietto. Per tutte le tariffe sono sempre rimborsabili le tasse aeroportuali e di sicurezza. Il servizio di vendita non è mai rimborsabile».

    Appare evidente il grave disagio che viene a provocarsi in danno all’utente/viaggiatore. Difatti, nessuna informazione viene fornita circa la possibilità di effettuare il semplice spostamento del volo con la nuova Compagnia Ita purtuttavia, Alitalia si dichiara comunque disponibile ad effettuare il rimborso per i biglietti rimasti inutilizzati.

    L’INIZIATIVA CODACONS

    Il Codacons scende in campo per tutelare tutti i soggetti acquirenti dei biglietti Alitalia rimasti inutilizzati e comunque inutilizzabili a far data dal 14 ottobre 2021, per fornire assistenza nella richiesta del rimborso dei biglietti aerei rimasti in possesso dei viaggiatori.

    In relazione alle informazioni fornite dalla compagnia Alitalia sul proprio sito online, si ritiene come la stessa provvederà – una volta ricevuta la richiesta di rimborso del biglietto non utilizzato – a corrispondere il rimborso dovuto ai sensi dell’articolo 1463 cc, non essendo più in grado di garantire e/o fornire la prestazione del trasporto aereo così come prevista al momento dell’acquisto dei biglietti né, la compagnia ITA, risulta in alcun modo tenuta a fornire, in sua vece, tale servizio.

    D’altronde, anche la Commissione Europea si è pronunciata in materia ritenendo come la nuova compagnia ITA non debba essere coinvolta nei rimborsi dei voli Alitalia, prevedendo come «Ita sarà – ed è – una Compagnia diversa da Alitalia, vi è una discontinuità economica tra Alitalia e Ita…Ita non si farà carico dei biglietti prepagati che i passeggeri hanno già acquistato da Alitalia».

    Ebbene, nell’interesse di tutti i viaggiatori in possesso di biglietti Alitalia inutilizzabili il Codacons mette a disposizione una diffida legale da inviare anche direttamente alla Compagnia Aerea che dovrà fornire adeguate risposte anche in merito alle procedure da seguire al fine di ottenere rapidamente il legittimo rimborso dei titoli di viaggio.

    Per scaricare gratuitamente la diffida clicca qui.

    Tutti coloro che intendano ricevere i rimborsi dei titoli di viaggio Alitalia e che non abbiamo ottenuto alcun riscontro né alla diffida inviata né a diverse richieste di rimborso, potranno rivolgersi o ad un legale di fiducia o ai legali dell’Associazione contattando il call center 89349955.

        Previous Next
        Close
        Test Caption
        Test Description goes like this
        WordPress Lightbox