28 Gennaio 2002

«Frate» truffatore in nome di Padre Pio

il caso

Allarme dal Codacons: dice di chiamarsi Angelo Maria Chiriatti, spilla soldi agli ingenui

«Frate» truffatore in nome di Padre Pio

Denunce nel Barese e in tutta la regione: indossa un saio azzurro

Indossa il saio dei frati ma la sua missione pastorale è quella di andare in giro a spillare soldi alla gente. Nel nome di Cristo. È sempre riuscito a farla franca, nonostante proprio in questi ultimi tempi si siano intensificate le denunce da parte delle «vittime», raggirate e truffate. Solo ora insomma si sta aprendo una breccia nella generale omertà, determinata spesso dalla paura delle «maledizioni» di questo sedicente frate.
Una storia che va avanti da anni anche se da alcuni mesi denunce sono state fatte anche al Codacons Puglia. Il falso frate indosserebbe un saio di colore azzurro, dice di chiamarsi padre Angelo Maria Chiriatti e di essere originario di San Pietro Vernotico. Un frate con una particolare predilezione per Padre Pio, portato casa per casa come una «bandiera» per far breccia sulla gente, soprattutto le persone maggiormente suggestionabili.
Il fine è fin troppo evidente: spillare soldi alla gente. Per convincere le sue vittime, questo sedicente frate spesso fa ricorso alle «visioni» della Madonna: racconta di avere un padre spirituale che ogni settimana parla con la Vergine e presso la quale intercede per chiedere grazie nei confronti di tutti.
Insomma, un frate filibustiere, che ha modi, presenza, capacità persuasiva. Va porta a porta, si sarebbe presentato sull`uscio di numerose case di alcuni comuni della Puglia. Anzi, al Codacons Puglia sono convinti che dietro questo frate truffatore ci sia una vera e propria organizzazione, una rete che potrebbe già essersi ramificata.
La conferma viene anche dal vicario del vescovo di Lecce, monsignor Mannarini. Il prelato, anche se di poche parole, conferma: «E` una storia vecchia: questo falso frate dice di essere originario di San Pietro Vernotico e va in giro a truffare la gente. Proprio nei giorni scorsi hanno telefonato dalla questura per chiedere informazioni. Non sta in diocesi, forse ha un appoggio personale».
Insomma, un frate che è sempre riuscito ad evitare le manette e sta diventando lo «spauracchio» di molte famiglie.
Dal Codacons mettono in guardia: «Anche se questo personaggio è da tempo che va in giro a imbrogliare la gente, solo da un paio di mesi le denunce sono iniziate a fioccare a noi. Questo vuol dire che il fenomeno sta assumendo dimensioni preoccupanti».
Denunce sarebbero state presentate anche ai carabinieri di alcuni comuni del Barese: ma questo frate «spilla soldi» riesce sempre a volatilizzarsi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox