24 maggio 2017

VITTIMA DELLE FINTE VACCINAZIONI? AGISCI CON IL CODACONS!

In questo modo potrai richiedere il risarcimento dei danni subiti per l’importo di euro 2000,00 e accertare se è necessario ri-sottoporre a vaccinazione i tuoi bambini!

 

Iscriviti subito entro il 30 GIUGNO 2017!

Scandalo finte vaccinazioni: una assistente sanitaria trevigiana è indagata per aver omesso di iniettare le vaccinazioni ai bambini in età pediatrica, fingendo di procedere alla inoculazione, ma invero non somministrando correttamente le dosi previste. Un terzo delle dosi somministrate in Friuli ai bimbi sotto l’anno di età e circa la metà di quelle date ai bambini più grandi sarebbero “false”.

Le Procure di Udine e Traviso hanno aperto un fascicolo a carico dell’infermiera per i reati di omissione di atti d’ufficio, falso ideologico e peculato.

Nel frattempo, le Asl interessate e le amministrazioni competenti hanno deciso di ripetere le vaccinazioni a circa 7000 bambini coinvolti, somministrando di nuovo circa 20 mila dosi.

Di conseguenza, alcuni bambini sono stati ri-vaccinati, altri sono in attesa di chiamata da parte delle amministrazioni, altri ancora sono stati sottoposti ad analisi del sangue al fine di accertare se coperti da vaccino oppure no.

Questa gravissima situazione ha provocato – e certamente provocherà ancora – gravi danni ai bambini che rientrano tra i 7000 interessati dalle false vaccinazioni, i quali rischiano di essere sottoposti ad una ulteriore vaccinazione inutile o addirittura potenzialmente dannosa, ed in ogni caso si trovano esposti ai rischi collegati all’omessa vaccinazione e – se non rivaccinati – dovranno essere sottoposti a periodici esami per accertare la copertura vaccinale.

Una ri-vaccinazione indiscriminata, quale quella che stanno portando avanti le amministrazioni competenti, espone i bambini ad inutili rischi, e deve essere evitata. Nello stesso tempo, anche i bambini non sottoposti a ri–vaccinazione sono esposti ai rischi dati dalla presumibile mancanza di vaccini.

Ed in ogni caso, i piccoli tutti – anche se sottoposti ad esame per accertare la copertura vaccinale – si trovano, a causa delle finte vaccinazioni, a subire i danni derivanti dalla condotta illecita che inevitabilmente si concretizzano in stress, disagio e spese mediche per far fronte alla situazione.

Se sei genitore di uno dei 7000 bambini vaccinati dall’infermiera sottoposta ad indagini, iscriviti subito all’azione legale del Codacons a tutela del diritto alla salute dei tuoi bambini!

Iscriviti al costo di 40,00 euro e potrai chiedere il risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali per lo stress psicofisico subito a seguito delle finte vaccinazioni, nonché le spese sostenute, in relazione alla situazione di pericolo che il comportamento omissivo descritto ha creato, quantificato in via equitativa in euro 2.000,00, di cui 1.500,00 a titolo di danno morale e 500,00 a titolo di danno patrimoniale, attraverso:

– nomina di parte offesa nei procedimenti penali pendenti a Udine e Treviso;

– diffida alle amministrazioni competenti al fine di chiedere, oltre al risarcimento del danno di cui sopra, per i bambini ancora non rivaccinati, che le amministrazioni effettuino sui bambini i test necessari ad accertare la presenza di copertura vaccinale, al fine di procedere ad una nuova vaccinazione solo se necessario per l’accertata mancanza di copertura vaccinale dei piccoli;

– informativa periodica da parte del Codacons su tutti gli sviluppi dell’azione e sui passi ulteriori che saranno necessari.

Iscriviti subito all’AZIONE!

Al costo di euro 40,00 (comprensivo dell’iscrizione al Codacons per un anno) riceverai le istruzioni sulla documentazione da inviare al Codacons per ottenere successivamente gli atti personalizzati.