28 Febbraio 2020

Codacons contro Italo: no a rimborsi solo a chi viaggia verso zone a rischio

 

Il Codacons ha rivolto dure critiche alla società ferroviaria Italo-Ntv che ha imposto assurde limitazioni nei rimborsi ai viaggiatori legati all’emergenza coronavirus.
Ancora oggi l’azienda, a differenza della concorrente Trenitalia, riconosce rimborsi solo a chi viaggia nelle aree a rischio – spiega l’associazione. Sul sito di Italo, infatti, si specifica che “Sono rimborsabili i biglietti acquistati fino al 23/02/2020 (incluso) per viaggi dal 24/02/2020 al 01/03/2020 (incluso). Tratte rimborsabili: tutti i viaggi da / per le zone impattate del Nord Italia – restano al momento quindi escluse Campania (Salerno e Napoli), Lazio (Roma) e Toscana (Firenze)”.
Una politica che danneggia centinaia di migliaia di italiani che hanno in mano biglietti per spostamenti in treno ma che, a causa della situazione di emergenza in atto, preferiscono annullare le partenze. “La società deve immediatamente modificare le assurde limitazioni ai rimborsi, perché l’emergenza legata al coronavirus legittima la rinuncia al viaggio, considerato che i treni sono luoghi di aggregazione dove possono registrarsi possibili contagi – spiega il presidente Carlo Rienzi. “Tra l’altro forse l’azienda porta sfortuna, visto che escludeva la Campania dai rimborsi ma proprio oggi, nella regione, si sono registrati i primi casi di cittadini positivi al coronavirus… Se Italo-Ntv non accoglierà le nostre richieste, sarà inevitabile denunciare l’azienda nelle sedi opportune, per tutelare gli interessi dei consumatori”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox