23 Agosto 2022

BAGAGLI SMARRITI O DANNEGGIATI? ORA PUOI CHIEDERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO!

    Questa estate circa tre milioni di bagagli solamente nei mesi di giugno e luglio risultano essere stati smarriti ed i viaggiatori hanno dovuto fare i conti con disagi considerevoli per non avere a disposizione i propri oggetti personali ed i propri indumenti nonostante il caldo record registrato nella stagione estiva.

    I FATTI

    Effettivamente costituisce prassi purtroppo costante ormai per i viaggiatori ritrovarsi al nastro di consegna bagagli alla fine del proprio viaggio aereo, a volte dopo interminabili ore di volo e scomode attese in aeroporto, e non trovare la propria valigia tanto da essere costretti a fare a meno di tutti gli indumenti ed oggetti personali prescelti per effettuare il viaggio (in particolare qualora trattasi del tragitto di andata verso la destinazione prescelta) sia che il trasporto venga effettuato per motivi di svago o per ragioni di lavoro.

    I DIRITTI

    La legge tutela il passeggero che si viene a trovare, suo malgrado, in tali circostanze.

    La prima cosa da fare quando il bagaglio non viene consegnato al viaggiatore è quella di recarsi senza indugio all’ufficio Lost&Found – Ufficio Bagagli Smarriti dell’aeroporto di destinazione per capire se lo stesso è stato imbarcato con ritardo /verrà imbarcato sul primo prossimo volo disponibile o se addirittura appare probabile sia andato smarrito. Conseguentemente presso il suddetto ufficio dovrà essere compilato il modulo PIR (Property Irregularity Report), ove occorrerà fornire quante più informazioni possibili inerenti il proprio bagaglio (colore, dimensioni, forma, marca, peso o altri eventuali ulteriori dettagli identificativi dello stesso), oltre ai dati del passeggero, come indirizzo di alloggio/residenza e numero telefonico.

    Se il bagaglio sarà consegnato in ritardo/sarà consegnato danneggiato / non sarà mai consegnato la Convenzione di Montreal del 1999 prevede all’art 22, comma 2 quanto di seguito : Nel trasporto di bagagli, la responsabilità del vettore in caso di distruzione, perdita, deterioramento o ritardo è limitata alla somma di 1.000 diritti speciali di prelievo per passeggero…

    Ebbene, se il bagaglio non verrà consegnato nonostante la formale richiesta del viaggiatore attraverso la compilazione del modulo PIR suddetto, può essere considerato ufficialmente smarrito trascorsi 21 giorni dalla data della denuncia e si dovrà provvedere a risarcire al passeggero i danni subiti.

    Secondo quanto stabilito dalla Convenzione di Montreal sarà possibile, pertanto, ottenere un risarcimento fino a circa euro 1200 sia in caso di danneggiamento (provato anche attraverso una eventuale fattura di riparazione della valigia), sia per il ritardo (qualora il passeggero sia stato costretto a comprare oggetti di prima necessità o indumenti in loco del soggiorno in attesa di ricevere la propria valigia, previa documentazione fiscale) sia per la perdita definitiva dei bagagli.

    Resta comunque onere del passeggero, allo scadere dei 21 giorni dalla data della denuncia in aeroporto, di richiedere un risarcimento per quanto accaduto attraverso una formale lettera di reclamo indirizzata alla compagnia aerea interessata indicando chiaramente l’oggetto della propria richiesta – e allegando i seguenti documenti:

    ✔️ La copia del documento PIR compilato al momento della denuncia

    ✔️ Una lista dettagliata sul valore dei beni contenuti all’interno della valigia (se possibile allegare ricevute di pagamento)

    ✔️ La copia del biglietto aereo

    ✔️ La copia dello scontrino (talloncino adesivo) del bagaglio in questione – eventuale copia della fattura di riparazione del bagaglio- eventuale ricevuta degli scontrini di acquisto di beni di prima necessità e/o indumenti per il soggiorno programmato.

    L’INIZIATIVA CODACONS

    Il Codacons ha predisposto e mette a disposizione dei passeggeri coinvolti un modulo di richiesta risarcimento danni per ritardo/danneggiamento/smarrimento bagaglio ai sensi del Regolamento CE nr. 889/02 e della Convenzione di Montreal del 1999. Partecipando all’iniziativa, potrai quindi ottenere una formale diffida di reclamo da indirizzare alla compagnia aerea interessata!

    PER ADERIRE

    Per aderire all’iniziativa e scaricare il modulo di richiesta risarcimento danni, clicca sul tasto PayPal di seguito: in questo modo, contribuirai a finanziare le numerose e continue battaglie ed azioni del Codacons svolte costantemente nell’interesse e tutela dei diritti dei consumatori ed utenti.

    Una volta concluso il pagamento sarai reindirizzato in automatico alla compilazione del form d’iscrizione; se questo non dovesse accadere, clicca su “torna sul sito del venditore” per completare la procedura di iscrizione e scaricare il modulo.




        Previous Next
        Close
        Test Caption
        Test Description goes like this
        WordPress Lightbox