13 Luglio 2021

AUTOSTRADE LIGURI NEL CAOS: OGNI GIORNO AUTO E MEZZI PESANTI BLOCCATI PER ORE. CHIEDI ANCHE TU UN INDENNIZZO PER I DISAGI SUBITI!

    Una situazione di  grave disagio ormai da tempo caratterizza le autostrade liguri gestite da Autostrade per l’Italia S.p.a., ma nelle ultime settimane, come si apprende da notizie di stampa, sembra essersi ulteriormente aggravata, sino a diventare pericolosa e insostenibile nell’attuale stagione estiva.

    La presenza di decine di cantieri per lavori di manutenzione impedisce la normale viabilità e paralizza il traffico, causando ingenti danni agli utenti delle strade. Se anche tu sei rimasto intrappolato nell’inferno della rete autostradale ligure, partecipa all’azione del Codacons e richiedi il giusto indennizzo per il disagio subito.

    I FATTI

    Da oltre un anno, dopo un crollo in una galleria e l’accertamento di  problemi ai viadotti, la rete delle autostrade liguri è costellata di cantieri per lavori di manutenzione che provocano gravi disagi al traffico, con code e ritardi di ore sui principali tratti, in particolare nel nodo di Genova. Da mesi, inoltre, come emerge da notizie di stampa, si susseguirebbero riunioni tra Aspi, Ministero dei Trasporti e Regione Liguria per fissare date di apertura e chiusura dei cantieri compatibili con il traffico, ma, ad eccezione dei fine settimana, senza riscontri positivi. I mass media riferiscono che, a partire da giugno, la situazione  sarebbe ancora peggiorata con l’avvio della stagione turistica estiva, tanto che  in Liguria sarebbero presenti code interminabili: la Torino Savona risulterebbe essere  costellata di cantieri, così  come il tratto Genova La Spezia e quello Nervi Chiavari, solo per fare alcuni esempi. A giugno, secondo i dati di Autostrade per l’Italia, ci sarebbero state nove aree di cantiere (per 20 opere) aperte, anche la notte. Da luglio le aree di cantiere aperte nei giorni feriali sembrerebbero essere quattro: sulla A12 Genova-Livorno i cantieri delle gallerie Maddalena tra Rapallo e Chiavari, Monte Castelletti tra Nervi e Recco e quello della galleria Santa Giulia tra Lavagna e Sestri Levante; sulla A10 Genova-Ventimiglia il cantiere della galleria Ranco tra Savona e Albisola. Aperto anche, ma solo di notte, il cantiere tra i caselli di Prà e Pegli.

    Una situazione che determina un enorme danno in capo a automobilisti e camionisti, che non possono contare su una rete autostradale adeguata, costretti per ore ad affrontare una situazione di traffico che assume i caratteri del calvario.

    L’AZIONE  CODACONS

    Il Codacons  considera inaccettabile quanto sta accadendo a danno dei cittadini utenti delle Autostrade liguri, e ha diffidato Autostrade per l’Italia S.p.A. a provvedere alla riduzione delle tariffe richieste per i pedaggi nei tratti stradali interessati dai disagi, nonché a disporre indennizzi  automatici in favore di tutti coloro che sono rimasti intrappolati in autostrada affrontando di attesa.

    Inoltre, il Codacons mette a disposizione degli automobilisti  lesi un modello di diffida al fine di chiedere alla società la corresponsione di un equo indennizzo per il risarcimento dei danni subiti.

    PER ADERIRE

    Per iscriverti all’Associazione e scaricare il modello di diffida clicca qui.

     

     

     

        Previous Next
        Close
        Test Caption
        Test Description goes like this
        WordPress Lightbox