20 luglio 2017

FRECCIAROSSA 9514 BLOCCATO IN GALLERIA: CHIEDI IL RISARCIMENTO!

Doveva essere un tranquillo viaggio da Salerno verso Milano ed invece, i passeggeri (centinaia di passeggeri) del Frecciarossa 9514 sono rimasti bloccati per 3 ore in una galleria vicino a Firenze, senza aria condizionata né luce, a causa di un guasto tecnico.

L’inconveniente è accaduto all’interno di un tunnel tra Firenze Castello e San Piero a Sievo sulla linea dell’Alta Velocità pochi minuti dopo le 10. Solo alle 13.20 il treno è stato agganciato da un locomotore di soccorso ed è riuscito ad arrivare nella stazione di Santa Maria Novella, dove un’ambulanza del 118 ha soccorso una donna che ha avuto un malore, mentre gli altri passeggeri ricevevano assistenza.

LE CRITICHE

Siamo alle solite, purtroppo non sono sporadici episodi. L’ennesimo treno – probabilmente la manutenzione da parte di Trenitalia non è così precisa e puntuale come la compagnia ha più volte sostenuto – ha avuto un guasto e a rimetterci sono sempre i passeggeri.

Secondo quanto si è appreso, durante la permanenza nella galleria, parte dei passeggeri era scesa dal treno Frecciarossa e si era posizionata su marciapiedi e ‘isole’ di emergenza in attesa dei soccorsi. Tra alcuni viaggiatori ci sarebbero stati momenti di apprensione, anche per i disagi del caldo oltre al dover trascorrere ore nel tunnel. Il personale di bordo avrebbe anche chiesto della presenza sul treno di un medico perchè un passeggero avrebbe accusato un malore. Nella galleria, a causa del convoglio fermo, i treni in transito sull’altro binario hanno registrato forti rallentamenti.

Solamente pochi giorni prima, nella notte tra il 13 e il 14 luglio scorsi, scene simili si erano verificate sull’Intercity Milano-Lecce. Il treno, per vari problemi, aveva accumulato cinque ore di ritardo e dopo diversi malori dovuti al caldo e all’assenza di aria condizionata – anche il capotreno aveva “ceduto” – un centinaio di viaggiatori aveva deciso di lasciare il convoglio.

L’INIZIATIVA CODACONS

Il Codacons intende fare chiarezza sui fatti accaduti ed ha già inviato un esposto alla Procura di Firenze. Inoltre, invierà per chiunque ne faccia richiesta una diffida legale per richiedere il risarcimento dei danni subiti; rimborso che, in casi come questi, non può limitarsi al solo rimborso del biglietto.

Per trasmettere i tuoi dati anagrafici ai legali (che ti ricontatteranno in seguito) clicca qui.